Filatelia Numismatica Quatttrobaj
www.quattrobaj.com                   
     |    |    |    |  
 > Home  > Glossario numismatico Utenti: 187  09/12/2018, 21:22  
 

   Ricerca avanzata
  Menù principale
  Mercatino Online
  Aste Online
  Cataloghi
  Convegni
  Articoli
  Glossario
  Link utili
  Periti
  Login
  E-m@il

GLOSSARIO


Un glossario online facile da consultare completo con vocaboli e immagini utilizzati nel mondo numismatico e filatelico. Per poterlo ampliare ed aggiornarlo costantemente sono gradite le segnalazioni di eventuali terminologie mancanti!
Seleziona il glossario numismatico o filatelico e puoi ricercare il vocabolo utilizzando l'indice alfabetico.


Glossario numismatico                                  Glossario filatelico



GLOSSARIO NUMISMATICO

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Contorniati  
Medaglioni romani in bronzo che hanno, circolarmente, un solco inciso. Poichè molti offrono rappresentazioni che si riferiscono ai giochi, si pensa servissero quali tessere d'ingresso al circo ed al teatro.
Contorno  
Si intende lo spessore della moneta, cioè la superficie circolare esterna dove spesso figurano segni e leggende o zigrinature per evitare possibili tosature.
Cornabò  
Moneta in argento coniata nelle zecche di Torino e Vercelli nei secoli XV-XVI dai duchi di Savoia; a Casale dai marchesi di Monferrato; a Crevacuore dai Fieschi di Masserano e a Montanara dai Ferrero.
Cornucopia  
Corno dell'abbondanza o di Amaltea, simbolo della fecondità della Terra e della prosperità degli uomini. Secondo il mito, Amaltea, la capra che aveva allattato Zeus, un giorno si ruppe un corno contro un albero. Le ninfe lo raccolsero e lo riempirono di fiori e l'offrirono a Zeus, il quale promise loro che dal corno sarebbe scaturito tutto ciò che avessero desiderato. Col passare del tempo la cornucopia si staccò dalla originaria leggenda e il corno che la rappresentava non fu più quello della capra. Il corno dell'abbondanza è riprodotto sul verso della moneta italiana da 1 lira coniata per la prima volta nel 1954.
Cornuto  
Nome dato in Piemonte e nella Savoia ai grossi da 5 con al rovescio uno stemma sormontato da cimiero con ali (volgarmente chiamate corna).
Coronato Clicca qui per vedere l'immagine ...
Monete in argento del valore di un carlino fatte coniare da Ferdinando I d'Aragona a ricordo della sua incoronazione, avvenuta in Barletta nel 1458.
Cotale  
Moneta fiorentina coniata nel 1503. L'anno successivo prese il nome di barile o gabellotto, poichè serviva per pagare il vino e la gabella.
Crazia  
Moneta fiorentina in lega, del valore di cinque Quattrini, coniata da Cosimo I dè Medici. Fu coniata in vari valori i più comuni sono la mezza Crazia i le due Crazie.
Cremonese  
Nome dato sia al grosso che al denaro di Cremona coniati dalla Repubblica (1151-1330).
Cristoforo  
Argentea moneta dell'Asia minore che reca su un lato la cista mistica. Fu coniata anche da imperatori romani.
Crocione  
Vengono così chiamate quelle monete in argento di grande modulo (scudi) che recano al rovescio una grande croce.
Crocione  
Vengono così chiamate quelle monete in argento di grande modulo (scudi) che recano al rovescio una grande croce.
Crocione  
Moneta in argento di 29,52 grammi, coniata nel ducato di Milano e Mantova da Giuseppe II dal (1796-1790), da Leopoldo II nel 1791.92 e da Francesco II dal (1792-1800). Valeva 7,5 Lire milanesi.
Cufiche  
Monete arabo-normanne che portano caratteri cufici (da Cufa, città sull'Eufrate e capitale dell'impero dei Califfi).
Cupronichel  
Bronzo in ottima lega di rame e nichel, molto usato presso le zecche tedesche per coniazioni anche in versione fondo specchio.
Darico  
Moneta d'oro dei re di Persia, raffigurante il Re con arco, il peso della moneta è di circa 8 grammi.
Decadramma   
Moneta da 10 dramme (o dracme). Importante moneta greca in argento di notevole modulo e peso circa 43 grammi.
Decimale  
Sistema monetario fondato sul numero-base 10 ed adottato negli Stati piemontesi nel 1850 e poi esteso al Regno d'Italia dal 1861. Oggi questo sistema è quasi universalmente adottato.
Dena Clicca qui per vedere l'immagine ...
Moneta toscana in argento, del valore di 10 lire, emessa da Maria Luisa con decreto del 21 luglio 1803.
Denario o denaro Clicca qui per vedere l'immagine ...
Unità monetaria dell'argento presso i romani, portava in epoca repubblicana il valore X (10 assi). La prima emissione viene fatta risalire al 268 a.c., il nome si mantenne fino al medioevo ma la qualità del metallo e il peso diminuì nel tempo. Dagli originari 4,5 grammi di argento di ottimo titolo, si arrivò a poco più di un grammo di metallo a scarso titolo.


Record trovati: 301
««« 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 »»»
Pagina 5 di 16


 
Inizio pagina  

www.quattrobaj.com - sito di informazioni utili al collezionista numismatico e filatelico
Visitatori: 6649548