Filatelia Numismatica Quatttrobaj
www.quattrobaj.com                   
     |    |    |    |  
 > Home  > Glossario numismatico Utenti: 253  09/12/2018, 21:43  
 

   Ricerca avanzata
  Menù principale
  Mercatino Online
  Aste Online
  Cataloghi
  Convegni
  Articoli
  Glossario
  Link utili
  Periti
  Login
  E-m@il

GLOSSARIO


Un glossario online facile da consultare completo con vocaboli e immagini utilizzati nel mondo numismatico e filatelico. Per poterlo ampliare ed aggiornarlo costantemente sono gradite le segnalazioni di eventuali terminologie mancanti!
Seleziona il glossario numismatico o filatelico e puoi ricercare il vocabolo utilizzando l'indice alfabetico.


Glossario numismatico                                  Glossario filatelico



GLOSSARIO NUMISMATICO

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

S
Saluto  
Moneta coniata sia in oro che in argento. Ad emetterla fu Crlo I d'Angiò (1266.1285), con peso e valore pari agli austali reali. Prese il nome dalla rappresentazione del rovescio.
Salvs  
"Salute, Benessere". Questo termine che si trova frequentemente sulle monete romane si riferisce a personificazioni allegoriche che sono una eredità della civiltà greca. A molte di queste pur non avendo sede nell'Olimpo, erano stati dedicati templi e altari in Roma e in moltissime città dell'Impero.
Sampietrino  
Moneta in rame coniata da Pio VI con valore di 2 baiocchi e mezzo, avente il ritratto di San Pietro (da cui il nome).
Santacroce  
Moneta in argento coniata a Lucca e così chiamata per via della scena della crocifissione raffigurata.
Saturno  
"Dio del tempio, fratello di Giove". Divinità personificate di Dei, Semidei ed Eroi si trovano di frequente raffigurate sul lato principale delle monete al tempo della Repubblica Romana. In seguito con la fondazione dell'Impero prenderanno posto sul rovescio della moneta.
Scudo  
Nome generico dato alle monete in argento di grande modulo (Piastre, Ducatoni, Talleri, ecc).
Scudo d'oro  
Moneta di origine Francese, nata agli inizi del '300, così chiamata per la presenza dello stemma (o scudo) posto al diritto. Aveva un peso di poco superiore a tre grammi di oro quasi puro. Venne molto usata anche in Italia.
Secchie  
Grossi dei Visconti di Milano, così detti per le secchie che vi erano raffigurate.
Secusino  
I Denari secusini saono quelli coniati nella zecca di Susa dai Conti di Savoia Pietro I (1060-1078), Umberto II (1080-1103), Amedeo III (1103-1148), Umberto III (1148-1188) e Tommaso I (1188-1232). Devono il loro nome agli abitanti di Susa detti segusini o secusini.
Secvritas  
"Sicurezza, Fiducia". Questo termine che si trova frequentemente sulle monete romane si riferisce a personificazioni allegoriche che sono una eredità della civiltà greca. A molte di queste pur non avendo sede nell'Olimpo, erano stati dedicati templi e altari in Roma e in moltissime città dell'Impero.
Semisse Clicca qui per vedere l'immagine ...
Del valore di mezzo asse, era una moneta repubblicana in bronzo col segno di valore S. Venne coniata anche in epoca tardo/imperiale e bizantina, ma in oro (metà solido, circa 1,5 g.).
Sesino Clicca qui per vedere l'immagine ...
Moneta del valore di sei Denari o mezzo Soldo, battuta largamente nelle zecche dell'Italia settentrionale dal secolo XV al secolo XVI. Più tardi il valore salì a otto Denari ma le eccessive emissioni e il graduale peggioramento della lega che la componeva ne causarono l'abolizione.
Sestante  
Sesta parte dell'asse (da cui il nome), recava il valore di due globetti (due once).
Sesterzio Clicca qui per vedere l'immagine ...
Moneta molto diffusa nell'età romano imperiale, era il massimo valore in bronzo, valeva quattro assi.
Siliqua Clicca qui per vedere l'immagine ...
Tipo monetale diffuso nel tardo impero e durante l'età bizantina, nacque con lo scopo di sostituire il denario. Coniata in argento con un peso di circa 2,5 grammi, equivaleva alla 24" parte del solido d'oro.
Sirena  
Doppio Ducato d'oro coniato a Napoli sotto Ferdinando I d'Aragona (1379-1416). Il nome deriva da una deformazione popolare della leggenda "SERENITATE...." che figurava sul verso della moneta.
Soldo  
Antica moneta europea, del valore di 1/20 della Lira carolingia, divenuta effettiva verso la fine del secolo XII quando, alzatosi il costo dell'argento, si dovette creare un Denaro grosso.
Solido Clicca qui per vedere l'immagine ...
Dopo il 306 d.c. l'aureo romano prese il nome di solido d'oro ( o soldo d'oro).
Somalo  
Unità monetaria somala introdotta dal Governi italiano durante l'amministrazione fiduciaria della ex colonia affidatagli dalle nazioni Unite dal 31 marzo 1950 al 1 luglio 1960.
Sovrana  
Moneta d'oro inglese, emessa da Enrico VII nel 1489, del valore di 20 Scellini, con il titolo di 994,8 millesimi e di 15,55 gr. La sua coniazione fu interrotta nel 1663 con Carlo II che la sostituì con la Ghinea.


Record trovati: 23
1 2
Pagina 1 di 2


 
Inizio pagina  

www.quattrobaj.com - sito di informazioni utili al collezionista numismatico e filatelico
Visitatori: 6649613