Filatelia Numismatica Quatttrobaj
www.quattrobaj.com                   
     |    |    |    |  
 > Home  > Glossario numismatico Utenti: 1417  12/08/2020, 05:29  
 

   Ricerca avanzata
  Menù principale
  Mercatino Online
  Aste Online
  Cataloghi
  Convegni
  Articoli
  Glossario
  Link utili
  Periti
  Login
  E-m@il

GLOSSARIO


Un glossario online facile da consultare completo con vocaboli e immagini utilizzati nel mondo numismatico e filatelico. Per poterlo ampliare ed aggiornarlo costantemente sono gradite le segnalazioni di eventuali terminologie mancanti!
Seleziona il glossario numismatico o filatelico e puoi ricercare il vocabolo utilizzando l'indice alfabetico.


Glossario numismatico                                  Glossario filatelico



GLOSSARIO NUMISMATICO

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Quartarolo  
Moneta veneziana in mistura coniata durante la Repubblica (1192-1328( del valore di 1/4 di Denaro, recante al diritto le lettere V-N-C-E disposte a croce e al rovescio una croce accantonata da gigli.
Quattrino  
Tutte le monete che avevano il valore di 4 denari piccoli venivano chiamate quattrino.
Quinario  
Moneta romana in argento di valore mezzo denaro, venne coniata anche in oro denominata 'quinario aureo' avente un valore corrispondente alla metà dell'aureo.
Quinario Clicca qui per vedere l'immagine ...
Moneta circolante nel periodo repubblicano, equivalente a 5 assi (da cui il nome) o mezzo denaro, il quinario era una moneta in argento.
Qvies Reqvies  
"Quiete, Riposo". Questo termine che si trova frequentemente sulle monete romane si riferisce a personificazioni allegoriche che sono una eredità della civiltà greca. A molte di queste pur non avendo sede nell'Olimpo, erano stati dedicati templi e altari in Roma e in moltissime città dell'Impero.
Rampante  
In araldica, si dice di un animale ritto sulla zampa posteriore (generalmente a sinistra) e raffigurato di profilo, con le altre tre zampe in atto di arrampicarsi. Si trova di frequente il leone, il grifo e il cavallo.
Reale  
Grosso in argento coniato per la prima volta nel 1443 nella zecca di Aquila, a nome di Alfonso I d'Aragona.
Reale d'oro  
Moneta che ebbe corso in Italia meridionale e Sicilia. Quello più famoso e prestigioso è sicuramente il reale di Carlo I d'Angiò (1266-1285).
Rolabasso  
Nome di origine tedesca, sta ad indicare una moneta con valore di due grossi. Fu coniato nelle zecche di Carmaniola, Casale, Desana, Messerano, Montanaro ed in alcune di Savoia.
Roma  
"Dea dull'Urbe". Divinità personificate di Dei, Semidei ed Eroi si trovano di frequente raffigurate sul lato principale delle monete al tempo della Repubblica Romana. In seguito con la fondazione dell'Impero prenderanno posto sul rovescio della moneta.
Rosalina  
Moneta d'argento del Granducato di Toscana, emessa nel 1665, avente lo stesso peso e lo stesso valore delle monete spagnole da otto Reali.
Rosina  
Moneta aurea del Granducato di Toscana, emessa nel 1718 e avente valore quadruplo della Rosalina. Ha come tipi lo stemma mediceo e la pianta di rose fiorita e la marca della zecca di Livorno.
Rovescio  
Indica la parte posteriore della moneta o della medaglia che di solito presenta elementi figurativi.
Rupia Clicca qui per vedere l'immagine ...
Unità monetaria di vari Paesi asiatici e dell'isola di San Maurizio. Monete con tale denominazione furono emesse da Vittorio Emanuele III per la Somalia dal 1910 al 1921. Una Rupia d'argento corrispondeva a Lire 1,68. Fino ad allora la Somalia non aveva monetazione propria e gli scambi in quel paese avvenivano tramite baratto, o servendosi dell'unica moneta presente negli stati africani, il Tallero di Maria Teresa.
Ruspone Clicca qui per vedere l'immagine ...
Pezzo d'oro toscano del valore di 3 zecchini o ruspi, fu coniato per la prima volta da Cosimo III de Medici in Firenze.
Saluto  
Moneta coniata sia in oro che in argento. Ad emetterla fu Crlo I d'Angiò (1266.1285), con peso e valore pari agli austali reali. Prese il nome dalla rappresentazione del rovescio.
Salvs  
"Salute, Benessere". Questo termine che si trova frequentemente sulle monete romane si riferisce a personificazioni allegoriche che sono una eredità della civiltà greca. A molte di queste pur non avendo sede nell'Olimpo, erano stati dedicati templi e altari in Roma e in moltissime città dell'Impero.
Sampietrino  
Moneta in rame coniata da Pio VI con valore di 2 baiocchi e mezzo, avente il ritratto di San Pietro (da cui il nome).
Santacroce  
Moneta in argento coniata a Lucca e così chiamata per via della scena della crocifissione raffigurata.
Saturno  
"Dio del tempio, fratello di Giove". Divinità personificate di Dei, Semidei ed Eroi si trovano di frequente raffigurate sul lato principale delle monete al tempo della Repubblica Romana. In seguito con la fondazione dell'Impero prenderanno posto sul rovescio della moneta.


Record trovati: 301
««« 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16
Pagina 13 di 16


 
Inizio pagina  

www.quattrobaj.com - sito di informazioni utili al collezionista numismatico e filatelico
Visitatori: 7660287